Società Sarda di Pedagogia

 

Associazione delle Professioni Pedagogiche della Sardegna 

 

 

letture consigliate

 

 

 

Lamberto Borghi
La città e la scuola
a cura di Goffredo Fofi
elèuthera, Milano, 2000
208 pp./25.000 lire

Amico e sodale di Andrea Caffi, di Gaetano Salvemini, di Nicola Chiaromonte, di Hannah Arendt, di Aldo Capitini, Borghi è una figura centrale nella storia della pedagogia italiana di quest'ultimo secolo. Docente prima in varie università americane, poi in Italia al Magistero di Firenze, è stato per anni direttore della rivista "Scuola e città" e ha partecipato a tutte le ricerche, iniziative, battaglie più significative per il rinnovamento della scuola in senso non - confessionale e anti-autoritario.
Per quest'antologia, Fofi ha scelto, dalla ricchissima produzione teorica di Borghi, un gruppo di testi tra i più rappresentativi nella trattazione borghiana centrati sui problemi ancora attualissimi di una nuova scuola che non sacrifichi a nessun dogma la personalità del bambino.  

 

 C. Salvitti
La pratica dell'attività motoria con disabili mentali adolescenti e adulti.
Edizioni del Cerro,Tirrenia (Pisa)
Pagine 80; prezzo L. 28000   € 14,46


Il lavoro prende in esame vari aspetti della pratica dell'attività motoria, ponendo l'accento in primo luogo sulla fondamentale importanza della cura dei rapporti interpersonali, soprattutto nel caso in cui l'educatore si trovi ad operare con soggetti che manifestano problemi di natura comunicativo-relazionale. Sono trattati, quindi, alcuni aspetti delle difficoltà di apprendimento e dell'importanza dell'apprendimento motorio nel quadro generale dell'apprendimento.Segue poi una serie di suggerimenti per organizzare in modo corretto una "lezione" di educazione motoria, e un'analisi di due fra i più potenti mezzi di riabilitazione: il trattamento psicomotorio e la musica, ponendo in particolare risalto il fatto di come la loro reciproca interazione accentui gli effetti benefici sui pazienti.
Viene infine sottolineata la notevole importanza dell'ambiente ove si svolgono le attività motorie (palestra, piscina, ambiente naturale ecc.), poiché esso influenza e condiziona in maniera determinante la tipologia e le modalità delle attività stesse.
Il volume, che presenta anche la descrizione particolareggiata di singole esperienze, è corredato da fotografie significative che ritraggono persone disabili mentre svolgono le attività motorie di volta in volta proposte.In appendice sono riportati esempi di schede per la valutazione dello schema corporeo, per la verifica delle capacità motorie di base e per la valutazione giornaliera individualizzata delle attività svolte.

 

Organizzazione Mondiale della Sanità
ICF
Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute
Edizioni Erickson, Trento
pp.240; prezzo L. 68002 - € 35,12

 Contenuti

- Introduzione: background; scopi dell’ICF; proprietà dell’ICF; componenti dell’ICF; modello del funzionamento e delle disabilità; uso dell’ICF
- Classificazione a un livello
- Classificazione a due livelli
- Classificazione dettagliata con definizioni: funzioni corporee; strutture corporee; attività e partecipazione; fattori ambientali - Annessi: problemi tassonomici e terminologici; indicazioni per la codificazione; possibili applicazioni della lista di attività e partecipazione; casi esemplificativi; l’ICF e le persone con disabilità; indicazioni etiche per l’utilizzo dell’ICF; orientamenti futuri; suggerimenti sui dati ICF minimi o ideali richiesti per sistemi o indagini di informazione sulla salute


L’ICF è il nuovo strumento elaborato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sulla base dell’ICIDH-2 per descrivere e misurare la salute e le disabilità della popolazione. Esso cerca di cogliere e classificare ciò che può verificarsi in associazione a una condizione di salute, cioè le «compromissioni» della persona o, per utilizzare un vocabolo neutro, il suo «funzionamento». Non è una classificazione che riguarda soltanto le condizioni di persone affette da particolari anomalie fisiche o mentali, ma è applicabile a qualsiasi persona che si trovi in qualsiasi condizione di salute, dove vi sia la necessità di valutarne lo stato a livello corporeo, personale o sociale. Si tratta di una vera e propria rivoluzione della percezione delle disabilità, che tiene conto per la prima volta di fattori ambientali. L’ICF rappresenta uno strumento importante per i professionisti del campo sanitario e dei settori della sicurezza sociale, delle assicurazioni, dell’istruzione, dell’economia, del lavoro, e in ambito politico e legislativo.

Pietro Sacchelli
Il metodo metacognitivo della Gestione mentale
Il pensiero di Antoine de La Garanderie
Edizioni Pendragon, Bologna 2002
Pagine 260; Prezzo € 13.43

Il libro propone per la prima volta in Italia un'agile sintesi del pensiero di Antoine de La Garanderie - filosofo francese che si occupa di pedagogia e dei problemi dell'apprendimento - attraverso una completa disamina cronologica delle sue opere. In particolare de La Garanderie è l'ideatore delle teorie sulla Gestione mentale, un'interessante pratica pedagogica che permette agli insegnanti di entrare in comunicazione autentica con gli alunni che hanno difficoltà scolastiche, di capirne le modalità di elaborazione delle conoscenze per insegnare i gesti mentali funzionali all'apprendimento (attenzione, memoria, comprensione, riflessione, immaginazione). In questo modo si eliminano le cause responsabili delle difficolta cognitive dei ragazzi perché si eleva l'alunno al rango di costruttore attivo e consapevole del proprio sapere secondo il principio di "apprendere ad apprendere".

 

A. Vandelli e G. Meroni
LA MANO NEL CAPPELLO 
Storie di ex ultimi della classe
Editrice Monti via Legnani 4 21047 - Saronno (VA) 2000
Pagine: 150; Prezzo: Euro 7.50

"La città è invasa dalle lettere", esclamò Fabio il giorno in cui si rese conto di aver imparato a riconoscere l’alfabeto. Lui che era già stato classificato un “fallimento”. La mano nel cappello (dall’espressione inglese Hand in cap, da cui deriva il termine “handicap”) presenta le storie di 14 ragazzi disabili, raccontate con passione e delicatezza dalla loro insegnante di sostegno. Il racconto non solo di successi educativi, ma di una sfida: trovare anche nel bambino più chiuso e “difficile” le risorse per raggiungere un equilibrio emotivo e intellettuale, e soprattutto recuperare l’autostima e l’accettazione dei propri limiti.
Un ritratto attuale e coinvolgente dell’insegnante di sostegno, figura chiave di una reale integrazione scolastica.
Arricchiscono il testo la prefazione di Franco Bomprezzi e un’appendice di servizio curata da Nicola Quirico, presidente della FADIS (Federazione Associazioni Docenti per l’Integrazione Scolastica), ricca di riferimenti legislativi, bibliografici e associativi.


 Vittore Mariani - Fabio Gerosa
PEDAGOGIA DEL SERVIRE 
Edizioni CdG via Lomonaco 16  -  27100 Pavia - 2002
Pagine: 196; Prezzo: Euro 11.30

"Pedagogia del servire" affronta una questione vitale del lavoro sociale con le persone in difficoltà, cioè l'apporto della componente pedagogica nell'intervento di cura e presa in carico. "Pedagogia del servire" indica anche lo sfondo antropologico con il quale gli autori hanno affrontato i vari argomenti: la considerazione che l'altro è prima di tutto la possibilità di un arricchimento esperienziale e una riscoperta di senso dell'esistenza.
L'altro, visto da questa singolare angolazione (parte integrante della tradizione cristiana) diviene la possibilità di un incontro unico e irripetibile.
Il contributo che la pedagogia offre è un approccio al disagio che conserva la freschezza e la possibilità di sviluppare la dimensione relazionale.


       

                                                                                                        

Domenico Simeone
La consulenza educativa
Dimensione pedagogica 
della relazione d'aiuto
Pagine 248 - Euro 19,00 - Anno 2002
Collana: Pedagogia e scienze dell'educazione - Ricerche
ISBN: 88-343-0890-5
 
     

 

 

La riflessione pedagogica solo recentemente ha posto l'attenzione sulla consulenza educativa concepita come modalità di sostegno alla persona, alla coppia e alla famiglia in difficoltà. Il presente lavoro intende mettere in luce i presupposti e le caratteristiche fondamentali del processo di consulenza rivolto a quanti vivono conflitti, ambivalenze, incertezze che ne limitano le prerogative esistenziali. La consulenza educativa si configura, pertanto, come strumento utile per rafforzare la capacità d'iniziativa del soggetto, aiutandolo a superare i problemi che gli si presentano e ad aumentare la propria consapevolezza circa i compiti educativi da assolvere. Ne consegue che l'educatore potrà essere di aiuto se saprà far leva sulle risorse di chi è in una situazione di bisogno e, lungi dal privilegiare le difficoltà, sarà capace di dare speranza a chi si sente impotente e senza prospettive per il futuro. La consulenza educativa poggia sulla comunicazione interpersonale sostenuta dall'intenzionalità a concretare un originale progetto esistenziale. 
Questo volume invita a riscoprirne gli aspetti pedagogico-educativi, sia nella ricerca di nuove competenze nelle professioni d'aiuto, sia nella definizione di nuovi assetti epistemologici.


 

 

 


 

 midi-files di Lino Talloru